LABORATORI

A volte le parole non bastano.

E allora servono i colori, le forme, le note, il movimento e le emozioni.

Oltre agli interventi nelle scuole primarie e secondarie di primo grado supportando gli apprendimenti attraverso l’utilizzo delle arti, realizziamo per bambine, bambini e famiglie momenti di incontro laboratoriali del fare insieme per trascorrere insieme tempo di qualità.

Laboratori del “fare insieme” a contatto con la bellezza della natura e dell’Arte aiutano il consolidarsi della relazione genitore bambina e bambino e creano Comunità tra famiglie. Le arti, e in particolare l’arte visiva contemporanea, interpretano e illustrano la storia dei fatti e del pensiero, aiutano la formazione delle competenze simboliche e relazionali; le immagini delle produzioni artistiche possono affiancare e rinforzare vari contenuti (storia, scienze, geografia, filosofia) aprendo varchi e creando connessioni logiche e analogiche perchè l’arte non è un ambito separato ma un serbatoio simbolico, come lo sono le parole, i numeri e i suoni, di quello straordinario animale simbolico che è l’essere umano (P. Ciarcià e M.Dallari). Ogni essere umano, come sostiene Hannah Arendt, dopo la nascita biologica dispone di una seconda nascita che avviene quando con la parola e con l’agire ci inseriamo nel mondo umano. Quindi se le competenze necessarie agli animali per vivere a partire dalla nascita derivano loro direttamente dalla natura, la competenza simbolica necessaria ai bambini per diventare compiutamente membri della comunità umana deriva dalla cultura all’interno della quale nascono e crescono. L’essenza simbolica umana riguarda, oltre al linguaggio, gesti, suoni, immagini numeri e lettere. Particolarmente interessanti sono gli studi che sono stati fatti a proposito di come parole e immagini siano nei nostri processi mentali e immaginativi molto più intrecciate e interagenti di quanto non ci rendiamo conto: pensiamo immagini che poi trasformiamo in parole, o viceversa, ed è il pensiero di parole e concetti verbali a generare la produzione di immagini mentali. Già Italo Calvino distingueva due tipi di processi immaginativi: quello che parte dalla parola e arriva all’immagine visiva e quello che parte dall’immagine visiva e arriva all’espressione verbale.

Le immagini dunque aprono percorsi e costruiscono mondi arricchiscono tutti, anche chi non ha potuto aver accesso all’educazione e alla cultura.

Ecco perchè come cooperativa La dea abbiamo eletto le Arti e la Natura come i nostri veicoli prediletti sia per gli apprendimenti che per restituire ” leggerezza” a chi ne ha diritto.

VUOI CONTATTARCI?

Per maggiori informazioni, compila il seguente form

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Nome